Regolamento

REGOLAMENTO INTERNO STAGIONE ITTICA 2018

Scarica il REGOLAMENTO 2018 

Si ricorda e si raccomanda l'osservanza delle norme stabilite dalla Legge Regionale e dal Regolamento Provinciale per quanto non espressamente specificato dal presente regolamento.

Art. 1

Il socio ha la facoltà di recarsi a pescare per ogni uscita scegliendo UNA di queste zone di pesca:

  • ZONA 1 - ZONA ARTIFICIALE sul fiume STORGA.
  • ZONA 2 – ZONA ARTIFICIALE TROFEO sul fiume STORGA e MELMA.
  • ZONA 3 – NO KILL su tutte le zone Artificiali, Artificiali Trofeo, No Kill SOLO MOSCA: sui fiumi STORGA e MELMA.
  • ZONA 4 – ZONA LIBERA A TUTTE LE ESCHE sul fiume MELMA, PIOVENSAN e RIUL.
  • ZONA 5 – ZONA PESCA INVERNALE ARTIFICIALE NO KILL (dal 01.10 al 30.11).

Art. 2 DISCIPLIANA PESCATORIA DEI FIUMI

FIUME LIMBRAGA:

dalle Sorgenti fino a fine Concessione attraversamento della Strada Statale Postumia 53: DIVIETO DI PESCA Zona di Ripopolamento "Progetto Nursery Fario APS Marca Trevigiana".

FIUME STORGA:
  • da inizio Concessione (ponte della strada della Madonnetta in comune di Treviso) a chiusa in località Selvana (Ex fabbrica Occhiali): ZONA ARTIFICIALE.
  • da chiusa in località Selvana (Ex fabbrica Occhiali) al ponte della Ferrovia: ZONA NO KILL SOLO MOSCA.
  • dal Ponte della Ferrovia fino a fine Concessione (attraversamento della Strada Statale Postumia 53): ZONA ARTIFICIALE TROFEO.
FIUME MELMA:
  • da inizio Concessione (attraversamento della strada S.Artemio di Treviso – Maserada sul Piave nei pressi di Villa Gobbato) fino al Ponte della Ferrovia: ZONA A TUTTE LE ESCHE
  • da ponte della Ferrovia a fine Concessione, Strada Statale Postumia 53: ZONA ARTIFICIALE TROFEO.
FIUME RIUL:
  • dalle sorgenti fino alla strada per Breda di Piave in località Biban: ZONA A TUTTE LE ESCHE.
  • dal ponte della strada per Breda di Piave in località Biban fino alla confluenza con il fiume Melma: DIVIETO DI PESCA Zona di Ripopolamento "Progetto Nursery Fario APS Marca Trevigiana".

FIUME PIOVENSAN:

  • dalle sorgenti fino al salto d’acqua di Villa Passi: ZONA A TUTTE LE ESCHE.
  • dal salto d'acqua di Villa Passi fino alla confluenza con il Fiume Melma: DIVIETO DI PESCA Zona di Ripopolamento.

Art. 3 ATTREZZATURE ED ESCHE CONSENTITE

  • Nelle ZONE ARTIFICIALI, ARTIFICIALI “Trofeo” e ARTIFICIALI NO KILL è consentito l'uso di una sola canna con mulinello e sono consentite esclusivamente le seguenti esche artificiali: - Cucchiaini, Rapala e Minnows con un solo amo con un solo dardo: DARDO=UNA SOLA CURVA - NO ANCORETTA; - Mosche artificiali e Streamers con un solo amo con un solo dardo. Tutti gli artificiali devono avere gli ami senza ardiglione o con l'ardiglione schiacciato. Sono vietate tutte le esche siliconiche.
  • Nella ZONA NO KILL SOLO MOSCA è consentito l'uso di una sola canna con mulinello e sono consentite esclusivamente mosche artificiali e streamers con un solo amo con un solo dardo senza ardiglione o con ardiglione schiacciato. Sono vietate tutte le esche siliconiche.
  • Nelle ZONE A TUTTE LE ESCHE è consentito l'uso di una sola canna con mulinello e sono consentite tutte le esche ammesse dal regolamento Regionale e/o Provinciale per la zona da Salmonidi.

Art. 4

E’ consentita una sola uscita alla settimana. La SETTIMANA di pesca inizia la domenica e finisce il sabato.

  • Il MATTINO inizia dall'alba e termina alle ore DODICI.
  • Il POMERIGGIO inizia dalle ore DODICI, fino ad un’ora dopo il tramonto.

Sanzione: Per pesca effettuata prima o dopo l'orario stabilito € 100,00.

  • Per ogni uscita è obbligatorio scrivere con penna indelebile la data per esteso ed indicare con un segno: la data, la zona di pesca, la mezza giornata di pesca “mattino o pomeriggio” nella settimana di uscita.

Sanzione: per uso di penna cancellabile €. 100,00.

Si pesca esclusivamente nella zona contrassegnata.

Omettendo di scrivere la data, di barrare la casella della data, della zona di pesca e la mezza giornata di pesca nella settimana di uscita ed apporre correzioni non autorizzate: Sanzione € 100,00.

  • Il socio ha l'obbligo di esporre esternamente presso di se, in modo ben visibile, il NUMERO di iscrizione all'Associazione.

Sanzione: dopo il primo richiamo scritto nel Libretto sanzione di €. 100,00.

Recuperi:

Si possono recuperare nr. 2 uscite non effettuate in precedenza.
Il recupero si può fare anche nella stessa giornata dell'uscita settimanale.

  • Nel periodo invernale l'uscita di pesca per i soci è di una intera giornata alla settimana già prevista nel Libretto.

Art. 5

Numero massimo di catture consentito:

Nr. 1 (uno) trota per le zona ad Esche Artificiali “Trofeo” Massimo nr. 10 TROTE TROFEO a stagione, da contrassegnare nella giornata di uscita e nell'apposita sezione Trote Trofeo indicando la data della cattura e la misura esatta.

Nr. 2 (due) trote per la zona ad Esche Artificiali.

Nr. 2 (due) trote per la zona a Tutte le Esche.

L’uscita di pesca termina con la cattura del numero di trote consentite nella Zona a Tutte le Esche.

Nella Zona a Esche Artificiali la pesca termina quando il pescatore trattiene la seconda trota.

Nella zona Artificiale Trofeo la pesca termina quando il pescatore decide di trattenere il Trofeo.

Sanzione: per chi continua ad esercitare la pesca ammenda di € 100,00.

Sanzione: per ogni capo pescato in più del numero massimo consentito ammenda di €. 500,00.

 

Art. 6 Misura minima del Pescato:

  • Trota Fario e Iridea cm. 25
  • Trota Fario e Iridea in Zona Artificiale “Trofeo” cm. 50.

Sanzione: per ogni pescato inferiore alla misura minima ammenda di € 200,00. E' fatto obbligo per ogni cattura di segnare con penna indelebile nell'apposita casella il tipo di trota.

Sanzione: per mancata marcatura € 100,00.

Sanzione: per uso di penna cancellabile €. 100,00.

  • E' proibito trattenere la Trota Marmorata. Sanzione €. 500,00

Art. 7

In zona “A” (a Nord della linea Ferroviaria Treviso-Oderzo) la pesca è sempre chiusa nei giorni di Martedì e Venerdì salvo se giorni festivi.

Sanzione: sanzione di €. 200,00 all'Associazione e sanzione, come da Legge Regionale, da pagare alla Provincia.

In zona “B” (a Sud della linea Ferroviaria Treviso-Oderzo) la pesca è consentita tutti i giorni della settimana.

Art. 8

In tutte le zone é consentito pescare entrando nel fiume per una distanza dalla linea di battigia non superiore a mt. 1,50, si fa eccezione a detta distanza per i tratti di zone riservati alle esche artificiali e nei tratti di fiume con sponde intercluse dove è consentito esercitare la pesca stando nel fiume a qualsiasi distanza dalla riva. E’ consentito l’attraversamento del fiume. Sanzione: €. 100,00

Art. 9 ZONE BANDITE PER RIPOPOLAMENTO:

  • Fiume Limbraga dalle sorgenti fino a fine Concessione attraversamento della Strada Statale Postumia 53.
  • Fiume Piovensan da salto d’acqua di Villa Passi fino a confluenza con fiume Melma.
  • Fiume Riul da strada per Breda di Piave in località Biban fino a confluenza con fiume Melma.

Sanzioni: Ritiro del libretto, espulsione dalla Associazione ed ammenda di € 1.000,00

Art. 10

E' obbligatoria la restituzione del Libretto a fine stagione entro il 31 dicembre, compilando il foglio allegato relativo alle catture, uscite ed al tipo di pesce pescato.

Sanzione: per chi non ottempera a questa norma ammenda di € 20,00.

Chi non consegna il libretto entro il 31 dicembre della stagione ittica conclusa, si ritiene dimissionario.

ART. 11 REGIMI PARTICOLARI - PESCA INVERNALE

È consentita la pesca in zona B (Legge Regionale-Provinciale zona ciprinidi) a valle del ponte della ferrovia (linea Ferroviaria Treviso-Oderzo) nei fiumi Storga e Melma dal 01 ottobre al 30 novembre solamente con il sistema ARTIFICIALE NO KILL. Sono consentite esclusivamente le esche artificiali:

  • Cucchiaini, Rapala e Minnows con un solo amo con un solo dardo , (DARDO=UNA SOLA CURVA - NO ANCORETTA).
  • Mosche artificiali e Streamers con un solo amo con un solo dardo.

(DARDO=UNA SOLA CURVA - NO ANCORETTA)

Tutti gli artificiali devono avere gli ami senza ardiglione o con ardiglione schiacciato. Sono vietate tutte le altre esche siliconiche.

Sanzione: € 200,00. Questa zona è definita nel Libretto come “ZONA 5” Nel periodo invernale l'uscita di pesca per i soci è di una intera giornata alla settimana già prevista nel Libretto.

Art. 12 PERMESSI GIORNALIERI

E’ ammesso di pescare con permessi giornalieri di due tipi:

- Permesso che permette di scegliere di pescare per mezza giornata al costo di €. 25,00:

  • - Il MATTINO dall'alba alle ore DODICI.
  • - Il POMERIGGIO dalle ore DODICI fino ad un’ora dopo il tramonto.

- Permesso per l'intera giornata al costo di €. 35,00

  • Dall'alba fino ad un'ora dopo il tramonto. 
  • Il Permesso per l'intera giornata, nelle zone dove previsto, da diritto alla cattura massima di due capi.

In zona “A” (a Nord della linea Ferroviaria Treviso-Oderzo) la pesca è sempre chiusa nei giorni di Martedì e Venerdì salvo se giorni festivi.

Il permesso giornaliero, qualifica il pescatore come Socio temporaneo e perciò assume tutti gli obblighi e le restrizioni del Regolamento.

  • I Permessi giornalieri vengono rilasciati dall'apertura fino alla chiusura della pesca ai salmonidi zona A regolamento Regionale.
  • Per la pesca invernale in zona B (ZONA 5 dal 1 ottobre al 30 novembre) è previsto un permesso giornaliero di €. 15,00 per i non Soci con la disciplina della ZONA ARTIFICIALE NO KILL.

Il permesso invernale ha validità per tutto il giorno: dall'alba ad un'ora dopo il tramonto.

Art. 13 DISCIPLINA DEL SOCIO

Come da Statuto della Associazione Pescatori della Marca Trevigiana, la persona che si iscrive all'Associazione accetta incondizionatamente il presente regolamento e il controllo delle Guardie Ittiche dell'Associazione.

Le Guardie ittiche dell'Associazione sono autorizzate a controllare il veicolo del socio o dell'accompagnatore al rifiuto da parte del socio verrà ritirato il Libretto e il socio verrà espulso dall'Associazione.

Le Guardie ittiche dell'Associazione sono autorizzate a ritirare, l'ammenda. In caso di mancato pagamento, viene ritirato il libretto al socio. Con il pagamento dell'ammenda entro 30 giorni dal ritiro, il libretto verrà restituito al Socio presso la sede.

II Socio che non provvede al pagamento dell'ammenda entro 30 giorni dalla data del verbale verrà espulso dalla Associazione.

Il Socio che si comporterà in modo offensivo nei confronti delle Guardie ittiche dell'Associazione verrà espulso dall'Associazione con ritiro del libretto.

Per ogni controversia il Socio accetta a suo giudice il Consiglio Direttivo, con facoltà di essere ascoltato.

SANZIONI ED OBBLIGHI PARTICOLARI

  • Pesca effettuata a mezzo natante sanzione di € 1.000,00 e denuncia.
  • Pesca effettuata con più di una canna sanzione di € 200,00 e denuncia.
  • Il pescato deve essere presso il pescatore caso contrario sanzione di € 200,00.
  • Il libretto é personale se trovato in uso a terzi sarà ritirato.
  • Il socio deve accettare il controllo delle GUARDIE ITTICHE DELL'ASSOCIAZIONE caso contrario decade dalla qualifica di socio; sanzione: ritiro del libretto ed espulsione dall'Associazione.
  • Pesca effettuata in periodo di divieto espulsione dall'Associazione denuncia in Provincia e sanzione di € 1000,00.
  • E' vietato pescare da sotto o sopra i ponti, come meglio specificato dall’art. 3 del regolamento Provinciale; Sanzione di € 102,00 .
  • Nella sola ZONA A TUTTE LE ESCHE è vietato rimettere il pesce di misura prescritta dopo averlo pescato, caso contrario sanzione di €.100,00.
  • Il socio é tenuto al controllo di un altro socio. In caso contrario verrà differito al Consiglio Direttivo da parte del socio controllore. Il Consiglio si riserva di agire per ogni azione conseguente.
  • E’ vietato attraversare e camminare lungo i binari della Ferrovia.
  • DANNI CAUSATI A TERZI: ogni Socio è responsabile personalmente di eventuali danni causati a Terzi, esonerando l'Associazione Pescatori Marca Trevigiana da qualsiasi responsabilità. La stessa non potrà essere ritenuta responsabile altresì per danni e/o incidenti nei quali dovessero incorrere il Socio ed eventuali accompagnatori.
  • L'Associazione Pescatori Marca Trevigiana declina ogni responsabilità se il socio, nell'esercizio della pesca con canne in fibra di carbonio o di altro materiale conduttore di elettricità, non rispetta una debita distanza di sicurezza da linee elettriche aeree

SERVIZIO di VIGILANZA

Guardie Volontarie con Decreto Regionale: Simionato Lino tel. 348 7830013, Pulzato Gianfranco tel. 339 4207477, Sartorato Michele tel. 328 5629236.

Tutti i componenti del CONSIGLIO DIRETTIVO hanno la mansione di Guardia Ittica della Concessione. Altri Soci Volontari risultano incaricati dal Consiglio Direttivo alla Sorveglianza.

Rilascio permessi

Vai alla pagina "Rilascio Permessi"